giovedì 10 gennaio 2008

i geni dell'igiene

oggi sono tornato in ufficio.
qualche cosa di nuovo, qualche cosa di vecchio.
non mi ha sorpreso ritrovare la mia tazza.
ovviamente all'interno c'erano forme di vita.
intelligenti.
ho apprezzato.
anche perché mi hanno risolto molti dei bug che avevo lasciato prima di partire.

7 commenti:

philippewinter ha detto...

ah, ecco a cosa servono!
te lo tenevi per te?!
eioche mi ostino a invitarli fuori...
(hai detto bug?)

anonimo-antonio ha detto...

uh?
io st'umorismo da ingegnere informatico mica lo capisco...

philippewinter ha detto...

bravoa-a!
e mica manco io!

michele ha detto...

evvabbè, dai, uno ogni tanto potrà parlare anche di lavoro, no? :D

comunque, un bug è un problemino-ino-ino che rompe le scatoline-ine-ine assai-ai-ai. di solito si nascondono nei programmi, e vengono fuori dopo che hai fatto mille test, esattamente nel momento in cui stai mostrando fiero i tuoi risultati al tuo capo.

pbeneforti ha detto...

so d'you really have some bugs-solving bugs in your mug?

anonimo-antonio ha detto...

o'puo', che cos'è un bug, ci arrivo anch'io.
ne vendevano al saturn in scatole di tutti colori: azzurre, nere, verdi, beije...
quasi quasi ne compro uno e lo faccio crescere come un tamagoci.

michele ha detto...

a bug-solving-bug-in-the-mug è semplicemente meraviglioso

Posta un commento