venerdì 14 settembre 2007

essere o non essere

perché non è che se uno ha due argomenti di cui parlare, ne deve per forza scegliere uno, e ci perdi mezza mattinata a scegliere, è più divertente questo, no mi ha colpito di più quest'altro.
allora ecco il doppio post, i "two pigeons with one bean" come disse un mio carissimo amico, durante una conferenza che tenne a boston. (ovviamente era consapevole della minchiata che stava dicendo, è chiaro)

pork pride - la religione è lo scoppio dei popoli
una volta c'erano le crociate, e almeno il sangue scorreva a fiumi e le teste rotolavano davvero per la gioia degli padri fondatori dello splatter, dei precursori dell'horror verace e genuino. poi gli scismi, un po' di guerre mondiali qua e là, e si è perso un po' quel sano piacere di uccidere in nome di dio. oggi si ricorre a tecniche più raffinate, a trovate geniali che sì sono belle però ti lasciano quel senso di insoddisfazione che era più bello prima, quando non c'erano tutti quei fronzoli e si poteva dire che la mia religione era quella vera, toh, muori. no, oggi si deve ricorrere al mezzuccio, all'escamotage, come quel porco di calderoli, che cammina per infettare il terreno dove deve sorgere la moschea, che non ho capito se i musulmani considerano un posto empio perché c'è passato il porco di calderoli o ché ci è passato proprio lui, calderoli, o è la combinazione degli elementi, il mix porco-maiale, perché lui l'ha detto, eh, "metto a disposizione me stesso e il mio maiale", mica lo dico io, e poi mi vengono in mente "i visigoti e i ragni" di benigni, e mi domando se ci fosse passato uno stercorario la moschea ce la potevano costruire lo stesso? e se si scopre dopo, non conta più o la abbattono? come quella del prete che ha annullato tutti i riti perché aveva scoperto che in quella chiesa ci avevano fatto un porno e allora vai con la scomunica e tutti i battezzati erano stati sbattezzati, tutti i matrimoniati smatrimoniati, tutti i comunionati scomunionati e via discorrendo.

poi c'è l'altra faccenda, quella seria, importante che sta facendo impazzire "I" scienziati di tutto il mondo e anche oltre, quelli che dicono che il kilogrammo conservato al museo di parigi è dimagrito di cinquanta microgrammi, o forse sono i campioni distribuiti in giro per il mondo a essere ingrassati. non si sa perché, come mai, e questo è un dramma; e adesso gli inglesi dicono che ci avevano ragione loro a usare l'oncia e la libbra e il gallone e "la mia macchina continua a fare 17 pertiche ogni quarto d'ora" perché il sistema metrico decimale è figlio del demonio e non ne vogliamo sapere, non fa niente che poi gli shuttle vanno a sbattere, io l'avevo detto che erano 12 pollici, non centimetri.
intanto il kilo-men—cinquanta-microgrammi sta lì, solo e pensoso, che forse se la ride perché ha voluto fare uno scherzo, magari lui lo sa e ci prende tutti un po' per il culo, oppure sono le copie che hanno deciso di fare lo scherzo al kilo originale, chi lo sa, e allora non penso che se la ride, povero.

e noi qui, ora, a chiederci se il porco di calderoli peserà 160 chili o 160 più-o-meno 8 milligrammi

1 commento:

lud_wing ha detto...

Mi ero perso la notizia del chilo dimagrito! Ma legarlo a una prorietà fisica no eh?

Posta un commento