martedì 7 aprile 2009

le meravigliose avventure di un giuovine lavoratore dell'informescion tecnòlogi e le straordinarie vicissitudini del suo elaboratore elettronico trasportabile, tra apparizioni, sparizioni, amore, viaggi, fantascienza e cucuzzielli alla scapece. in tre puntate. forse quattro. (seconda parte)

- chiamatemi ismaele. in cosa posso esservi utile?
- salve. avrei un problema col pc. lei parla inglese?
- oui.

il mattino ha l'oro in bocca.
no, chi ben comincia è a metà dell'opra.
no, aspetta: aiutati che il ciel t'aiuta.
no, no, neanche... ecco, ora ricordo: il buon giorno si vede dal mattino.

- avrei un problema col pc: il lettore blu ray non funziona. se inserisco un cd o un dvd vengono letti correttamente. anche il masterizzatore cd-dvd funziona. è proprio la lente blu ray che non va. mi può aiutare?
- potrebbe essere un problema software.
- beh, sì, ci avevo pensato, ma proprio ieri ho aggiornato il firmware, e non è cambiato nulla.
- quali software ha installato?
- mmm, nessuno, perché?
- perché potrebbe essere un problema software.
- guardi, sono ragionevolmente sicuro di poter escludere la natura software. ho provato il disco sia con linux che con windows, e le posso dire che è proprio un poblema del drive

la vista si annebbia. i miei ricordi diventano frammentati e un senso di stordimento generale invade la mia persona quando dall'altro capo del telefono la parola drive, nell'improbabile anglo-francese di ismaele, muta d'accento e di pensier, e si trasforma in un driver.

- drive. ho detto drive. le lecteur
- ah, ho capito. ma lei con quale programma ha letto il disco?
- vede, signor ismaele, come le accennavo prima, io uso linux. ho solo una piccola partizione col sistema operativo originale e tutti i suoi programmi preinstallati. la uso in casi di emergenza, come questo, per controllare che non ci siano problemi hardware. come, appunto, in questo caso.
- sì, ma con quale programma ha letto il disco?
ho una strana sensazione di déjà vu.
- tutti. tutti quelli forniti col pc e tutti quelli di linux.
- è sicuro che non si tratti di un problema software? cosa succede se cerca di aprire il disco tramite risorse del computer?
- nulla, non succede nulla. il disco non viene neanche riconosciuto.
- è tutto chiaro. vada sulle riscorse hardware e veda se c'è un punto interrogativo giallo sul lettore dvd.

l'occhio sinistro trema e la gamba si agita. il braccio sinistro ha perso sensibilità e sulla faccia ho un'ombra di paresi.

- signor ismaele, non so come dirglielo. il lettore funziona. è la lente del blu ray che è andata, morta, kaput. décédée. capish?
- ho capito. mi dica, lei ha preparato i dischi di ripristino?
- prego?
- lei ha preparato i dischi di ripristino del sistema operativo maicrosoft-uindovs-vista-mega-uonderful-ediscion-tm?
- ma le già detto che uso linux.
- sì, ho capito. ma lei ha fatto i dischi di ripristino del sistema operativo?

chiudo gli occhi, conto fino a dieci. cerco un pensiero felice, un pensiero felice: ismaele decapitato.
sorrido.
sono calmo, posso continuare e lo farò: mento spudoratamente.

- sì, li ho fatti.
- bene, adesso prenda una penna usb o un hard disk esterno, ci copi dentro tutti i suoi dati personali e poi ripristini il sistema operativo con i dischi che ha precedentemente preparato.

ho la vaga impressione che ismaele sia un tipo distratto.
gli chiedo il senso di tutto ciò. il senso della vita, del mondo e tutto il resto. e per un attimo mi sembra quasi di sentire la sua voce dall'altro capo che dice 42, ma è solo una pia illusione, una scarica elettrostatica.
tutto quello che la cornetta mi vomita nel cervello è il suo mantra occidentale: prenda una penna usb o un hard disk esterno, copi tutti i suoi dati personali e poi ripristini il sistema operativo con i dischi che ha precedentemente preparato.
ho perso le speranze. prima di gettare la spugna mi contorco sulla sedia e in con un ultimo rantolo cerco di instillare il germe del ragionamento nel buon ismaele

- signor ismaele, il software, il sistema operativo, i miei dati personali, non c'entrano. il blu ray è rotto. va sostituito.

tutto quello che volevo era sentire Non ci sono problemi, penso io a questa puttanata. Torna là dentro, rassicura i ragazzi e aspetta la cavalleria, che dovrebbe arrivare per direttissima
tutto quello che ricevo è un elettroencefalogramma piatto:
- prenda una penna usb o un hard disk esterno, copi tutti i suoi dati personali e poi ripristini il sistema operativo con i dischi che ha precedentemente preparato. è un'operazione che deve fare, altrimenti se ci manda il pc in assistenza e dovesse essere un problema software poi dovrebbe pagare le spese. comunque non si preoccupi, ora le mando un'email con le istruzioni dettagliate.

le minacce travestite da gentilezza mi mancavano. e aggiunge:
- la richiamo tra due giorni per sapere com'è andata. arrivederci.

ho perso.
venti minuti al telefono a parlare con una lampadina.
una lampadina solerte: dopo qualche minuto ricevo un messaggio email con un documento word, nel misto anglo-francese ismaeliano e di cui riporto integralmente il testo:


Cher Monsieur Arciprete,
As discussed previously, here are the steps to proceed to the recovery :
- Save your data on external devices as HDD (Hard Disk Drive) or USB or CD/DVD
- Restart your computer with the Recovery DVDs you created
- A blue screen background will appears
- Select Full Recovery
- Start and Skip and Next
- Follow up the instructions who appears on the screen
The recovery will live for around 1-2 hours time

Si vous avez d’autres questions, n’hésitez pas à contacter notre centre d’assistance XXX en composant un des numéros suivants:
Pendant la première année après l’achat de votre produit, veuillez appeler le 00 11 22 33 44.
Si votre produit a plus d’un an, veuillez appeler le 00 11 22 33 44 (€0.34/min).
Veuillez agréer, Monsieur, l’expression de nos sentiments distingués.

quello che mi commuove è il passaggio start and skip and next. racchiude in sé tutta la sintesi del ragionamento ismaeliano.

continua...

2 commenti:

laudicignolo ha detto...

sei il solito nerd psicopativco che deve per forza far finta di essere più figo degli altri...
linux... tzè... manco esiste questo ... cos'è Linux?? dal nome sembra un prodotto per la pulizia del bagno... "MAstro LInux!! pulisce perchè disinfetta"

chi chiamerebbe un sistema operativo "Linux"?? un nerd tuo amico sicuramente... uno che la sera si eccita davanti al monitor vedendo se il sistema "compila" e che si vanta con gli amici facendo a gara a chi c'ha il filesystem più lungo...

luridi esseri abbietti, "vista" è un nome molto più iuserfréndly , evoca miraggi di cose mirabolanti... tutto è così facile... crei un disco di ripristimo, premi "avanti avanti avanti" o nel peggiore dei casi "Start and Skip and Next" e ualà... il danno hardware è risolto ripristinando il software...

"magia? chiaroveggenza? o forse ho pissiato nel frigorifero????"

lafranzine ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento