giovedì 16 aprile 2009

del perché delle cose

l'asus eee pc è figo, comodo, ma resta sempre un computer.
e a me un altro computer proprio non serve. quello di cui ho veramente bisogno, l'ho capito, è uno smartphone.
lo smartphone mi serve.
assolutamente.
lo smartphone mi serve perché è wi-fi, così ci posso configurare il voip, e quando torno a casa, la sera, posso telefonare a mammà senza spendere una lira.
lo smartphone mi serve perché ha il gps, e - è vero - anche se non ho la macchina, il gps può sempre tornare utile, metti che ti perdi tra viale dei giardini e parco della vittoria, mica ti puoi abbassare a chiedere ai passanti?
mi serve perché ha il touch screen. oddio, mi serve proprio no, ma già che ci siamo, il touch screen è una figata.
lo smartphone mi serve perché ha la fotocamera, ché mica posso andare sempre in giro con la reflex? hai idea di quanti momenti mi sono perso? solo perché non ce l'avevo con me? no, no, la fotocamera è indispensabile.
lo smartphone mi serve perché posso controllare la posta in qualunque momento.
e poi mi serve perché è un lettore multimediale. così quando sono in viaggio posso ascoltare la musica e guardare i film, senza infastidire il prossimo.

mi serve, mi serve assolutamente.

soprattutto, lo smartphone mi serve perché navigare col notebook, seduto sul cesso, è di una scomodità incredibile.

8 commenti:

Dario Salvelli ha detto...

E poi probabilmente con lo smartphone non avresti scritto questo post qua.

michele ha detto...

dici che è scomodo pure lui (lo smartphone)?

laudicignolo ha detto...

no, lo smartfon è comodissimo x navigare sul cesso, ma anche sul tram e in metrò...
ma non ha le prestazioni di un pc...

ma nemmeno un auss eccì (salute..) ce le ha...

spiritum ha detto...

uno smartphone ti avrebbe sicuramente permesso di scrivere questo post qua. basta che compri uno smartphone che abbia le caratteristiche giuste e sufficienti: non lesinare sugli euro, poi te ne penti e pensi che l'asus magari era meglio.

michele ha detto...

@laudicignolo: purtroppo bisogna sapersi accontentare, i veri piaceri son quelli nascosti nelle piccole cose...

@spiritum: hai qualche consiglio in merito? io ho ridotto la scelta a 2 modelli, ma sono sempre aperto a consigli ;)

laudicignolo ha detto...

mikè... è ovvio...

quello che costa cchiù assaje... :)

spiritum ha detto...

@Michele: te lo dico da appassionato di questi gingilli (sono al 16esimo cellulare in 10 anni): windows mobile è ricco, variegato, superpotente (in base al dispositivo, ovviamente) ma resta duro, macchinoso ed il touch non è il massimo (htc per 4 mesi, il penultimo apparecchio). Forse in futuro quelli con Android ma temo bisognerà aspettare la sua maturazione. Nonostante il tuo ultimo post alla fine ho ceduto: l'iPhone. Fa quello che promette (col prossimo filmware di giugno ci sarà il copia&incolla e altre robine), ha un display davanti al quale tutti gli altri spariscono (non solo per nitidizza ma provalo alla luce del sole e capirai cosa voglio dire) e il touch funziona perfettamente. Dopo tanto tempo non provo nessuna attrazione per nessun altro apparecchio. Il suo unico difetto è il costo, ma il top della gamma di HTC costa di più.
PS. Ho anche un eeepc 900, che uso molto per la rete, come in questo momento: prima o poi provo in bagno e ti so dire.

michele ha detto...

beh, grazie del consiglio.
al momento, visto che ormai si possono fare nomi e cognomi (!) ti dico che sono in bilico tra il nokia 5800 (economicissimo, carino, ha tutto quello che voglio) e l'htc diamond 2 (un po' più caro, ma con qualcosa in più, naturalmente)

l'apple non lo prendo neanche in considerazione, è un'azienda con una politica malsana, più o meno come microsoft, ma con sfumature diverse.

il punto è che avendo cambiato 3 telefoni in 12 anni, spendere più di 50 euro per un oggetto del genere mi sembra sacrilego :)

Posta un commento