giovedì 28 febbraio 2008

un piccolo passo per l'uomo, un grande passo per l'umanità

nella vita di ogni persona c'è un evento che ne sancisce un cambiamento, un avanzamento di grado, un passaggio che nel contempo aunenta la propria soddisfazione personale ma anche le proprie responsabilità.
è così nello studio, nel lavoro, nei rapporti sociali. ci sono momenti in cui si capisce, o succede qualcosa, e ci si sente pronti (in dovere oserei dire) per fare un altro passo.

ed è successo così, per caso, mentre eravamo insieme al supermercato. si parlava del più e del meno, e ci siam detti: perché non lo facciamo? tante persone lo fanno, avviene nella vita di tutti. sì, è un cambiamento importante, da tanti punti di vista, ma posso dire che mi sento pronto.

è un po' come essere promosso, da dilettante a professionista:

quando una bottiglia di leffe costa sessanta centesimi, è impossibile resistere alla tentazione di comprarne 2 casse.

10 commenti:

Oniduke ha detto...

Da Wikipedia: "Il modo appropriato di servire e gustare una Leffe è un rituale accurato e complesso che si deve al patrimonio storico e alla cultura delle birre belghe."

Sei fottuto, amico.

michele ha detto...

@oniduke: allora, uno non è che passa da amatore a professionista per caso, eh. io ho fatto i test, mica sto qua a pettinare bambole!per dire: so come versare, come servire, dove-come-quando-perché gustare; conosco la corretta inclinazione del bicchiere, quella della bottiglia, lo spazio che ci deve essere tra il collo della bottiglia e il bordo del bicchiere...
che credi, che sono vento in belgio per lavorare? :D

anonimo-antonio ha detto...

ma qui la duvel costa 13 euri a butteglia. come faccio a diventare professionista?
cazzo, costa meno prendere un brevetto di volo!

michele ha detto...

@antò: beh, anche qua la cashetta di duvel era la più cara. pensa che 24 bottiglie a 20 euri, che furto... bwahahahahaha!

Kiaura ha detto...

Ma percaso era Leffe rossa??? merita!!!
Tanti auguri, complimenti.

pbeneforti ha detto...

dai commenti deduco che non si parla di succo di frutta, come avevo inteso.

ah già, quello è Jaffa

michele ha detto...

@kiaura: una cashetta di leffe bruna e una di bionda.

michele ha detto...

@paolo: jaffa the hut, la bevanda preferita da tia hellebaut e da han solo.

philippewinter ha detto...

"han" nel senso di?

michele ha detto...

@philippe: no, han solo nel senso di han solo

Posta un commento